giovedì, novembre 30, 2006

AVANTI POPOLO! (di Stefano P.)

Tutti in piazza, manifestazioni, scioperi, saracinesche abbassate, taxi che invadono le città, aule di tribunale vuote, scioperano penalisti, civilisti, amministrativisti, giudici, uscieri, scioperano i notai, le imprese di pulizie, scioperano gli studenti, gli insegnanti (almeno avessero la decenza di farlo nello stesso giorno….) e così sia per ogni categoria.
Ma diamo un questionario a questa gente. Chiediamo loro di spiegare perché (meglio chiedere per chi? Maliziosi!) si fermano, per cosa protestano, cosa vorrebbero o meglio, vogliono e basta.
Ah giusto, l’oppressione fiscale insostenibile praticata dal Governo Prodi tramite Decreto Bersani e Finanziaria.
Ah dimenticavo, i due terzi degli italiani (facendo i classici due conti della serva) sono lavoratori dipendenti, con tanto di tasse trattenute alla fonte.
Dunque (non divaghiamo) per questo che è il grosso della massa fluida scioperante mi viene da chiedermi: chissà quanti di loro sanno realmente quanto davano allo Stato Italiano prima di questa Finanziaria e dopo, a quanto ammonterà l’ulteriore prelievo imposto dai nuovi parassiti rossi?
Prendiamo un impiegato, III° livello, un caso comune, euro netti in busta paga 1.070 nessun figlio e/o coniuge a carico, nessuna agevolazione ne detrazione, ebbene nel 2007 pagherà 107,75 euro in meno rispetto al 2006.
Aggiungiamo al nostro impiegato “tipo” un coniuge (non a carico), un figlio di età compresa tra 0 e 3 anni ed uno di età compresa tra 3 e 18 anni; nel 2007 pagherà 280 euro in meno di IRPEF e riceverà 126 euro di assegni familiari in più.
Cosa dite? E chi ci arriva a mille euro? Tanto meglio! Aumenta il risparmio….
Ah giusto! Poi c’è il bollo auto, anzi SUPER bollo auto. Per una Fiat Punto 1.7 si pagherebbero 31 euro in più annui se prodotta prima dei nuovi standard normativi sull’inquinamento altrimenti il rincaro sarebbe inferiore.
Si potrebbe andare avanti per altri 17/18 cm. Misurati in verticale sullo schermo del vostro PC ma il concetto resta lo stesso e non vanto capacità tecniche ed economiche tali da fare i conti in tasca alla gente!
Però mi fa piacere constatare che è peccato mortale in Italia far si che i notai non facciano “cartello”, che per ottenere una licenza taxi non si debbano far salti mortali per scavalcar barricate issate con taciti comportamenti volti a far quadrato tra chi già le possiede? Vogliamo parlare delle tariffe che però applicano?
Tutti tirano il lembo di una coperta che, con tanta collaborazione e solidarietà, non basterebbe a coprire un quinto delle pretese di ognuna di queste corporazioni.
Aggiungiamo un ultima banale considerazione (che non si fa per non risultare antipatici, cinici, tritura voti), di collaborazione e solidarietà questa nazione vanta, a malapena, le nozioni sullo Zingarelli.

Nessun commento: