sabato, dicembre 09, 2006

Preso in giro! (di luigi verducci)

C'è una cosa che non riesco proprio a capire. Nel giro di pochi giorni mi è capitato di vedere il ministro Di Pietro in due trasmissioni televisive (Otto e mezzo di Ferrara e Anno Zero di Santoro). In entrambe le occasioni iniziava il suo discorso dicendo che il passato governo ha fatto molto bene in temini di infrastrutture, per poi continuare dicendo che questo governo sta facendo ancora di più perchè sta finanziando molte di quelle opere.
Ma farsi riprendere mentre si inaugura una strada che non è finita, dichiarare l'inizio di opere sapendo che non si hanno i fondi per farle io non lo chiamerei "fare bene", io lo chiamerei prendere tranquillamente in giro le persone.
Senza parlare dei conflitti di interessi del ministro Lunardi ai cui bandi partecipava la società di famiglia e senza parlare dei contratti miliardari ai dirigenti pubblici che hanno portato al fallimento le aziende di Stato (l'ing. Catania delle ferrovie prendeva poco meno di 2 miliardi di euro l'anno e andando via ha incassanto un risarcimento di 5 milardi di euro perchè previsto dalle regole d'ingaggio; lo stesso vale per Cimoli all'Alitalia e per Meocci alla Rai).
Quando il precedente premier parlava degli sprechi della politica mentre maneggiava con tale leggerezza i soldi pubblici, io mi sono sentito profondamente preso in giro.
Quando il precedente premier si faceva riprendere con il caschetto rosso su set televisivi che riproducevano cantieri, io mi sono sentito profondamente preso in giro.
Adesso che sento il ministro Di Pietro che va in televisione a dire che in tema di infrastrutture il precedente governo ha fatto molto bene, come mi devo sentire?

Nessun commento: