sabato, gennaio 06, 2007

Questo è il futuro che ci aspetta?

Per la prima volta è stato fatto uno studio sulle conseguenze dell'effetto serra e dei mutamenti climatici sull'Europa. E la fonte è abbastanza autorevole visto che è uno studio della Commissione Ambiente dell'Unione Europea che tiene conto dei dati raccolti dal satellite europeo. La relazione sarà approvata la prossima settimana, ma i contenuti sono stati resi noti dal Financial Times.
Il quadro che ne emerge è di una Europa divisa, con un nord che diventerà sempre più mite e gradevole ed un sud , invece, sempre più a rischio per il caldo. Nel 2071, avverte il rapporto, ci potrebbero essere tre gradi di media in più nell'area mediterranea, con una crescita di 87 mila decessi all'anno a causa dell'eccessivo calore. I flussi turistici verrebbero sconvolti. Circa 100 milioni di persone all'anno ( un sesto dell'intera popolazione turistica mondiale) trascorre le proprie vacanze nel sud dell'Europa, con un giro di affari che si aggira sui 130 miliardi di dollari. Il mare del nord diventerà quindi la nuova "riviera" e noi cosa diventeremo?
Ovviamente gli esperti della Ue sono convinti che tutto ciò potrà essere scongiurato, se verranno prese adeguate misure per tagliare l'emissione dei gas di scarico, colpevoli dell'effetto serra e del surriscaldamento del pianeta.

Nessun commento: