venerdì, aprile 27, 2007

27 Aprile 1937-27 Aprile 2007: Chi è Gramsci?



«Il mio stato d’animo è tale che se anche fossi condannato a morte, continuerei a essere tranquillo e anche la sera prima dell’esecuzione magari studierei una lezione di lingua cinese per non cadere più in quegli stati d’animo volgari e banali che si chiamano pessimismo e ottimismo. Il mio stato d’animo sintetizza questi due sentimenti e li supera: sono pessimista con intelligenza, ma ottimista con la volontà» (19/12/1929)

8 commenti:

pablo ha detto...

ma com'è che Sarkozy lo cita ("il potere si conquista con le idee"), nelle università di mezzo mondo lo studiano e qui in Italia non mi sembra sia tanto conosciuto (io di sicuro non lo conosco)!? Gianluca

luigi ha detto...

Ieri con l'Unità sono usciti un'antologia dei suoi scritti, su carta, e I Quaderni dal carcere in versione digitale (per la prima volta). Io comincio a rimediare...andando in edicola.

Anonimo ha detto...

Complimenti a Napolitano che è andato a trovare Gramsci, un capo dello stato che dovrebbe rappresentare tutta l'Italia...
NO COMMENT!

luigi ha detto...

L'Italia nasce dalla lotta al fascismo. Cattolici, comunisti, liberali, repubblicani, socialisti...tutti insieme hanno scritto la costituzione con l'idea di dare all'Italia gli anticorpi necessari per difendere la "giovane" democrazia dalle pressioni fasciste. Gramsci con il suo pensiero, le sue lotte e con la sua vita (è morto in carcere il 27 aprile di 70 anni fa) ha profondamente contribuito a questo processo. Perchè mai il Capo dello Stato (difensore della nostra costituzione) non dovrebbe commemorarlo?

Anonimo ha detto...

Gramsci FU IDEATORE DI UN PARTITO...

pablo ha detto...

ds

pablo ha detto...

complimenti a Napolitano che a Cefalonia ha affermato che tra le componenti fondamentali della Resistenza, oltre ai partigiani, ci furono anche i militari italiani che resistettero ai tedeschi; un capo dello stato che RAPPRESENTA tutta l'Italia...Gianluca

Anonimo ha detto...

a me non rappresenta...