mercoledì, aprile 04, 2007

Risparmio energetico (di Sonia Lattanzi)

La Provincia di Ascoli Piceno sta per lanciare il progetto R.E.D. (Risparmio energetico Domestico), che prevede la distribuzione gratuita a tutte le famiglie residenti nel territorio provinciale di un set di lampade a efficienza energetica e riduttori di flusso idrico per i rubinetti domestici.
In termini economici la Provincia stima che il risparmio complessivo per i cttadini ammonteràa 12 milioni di euro all'anno (32,79 a persona). Ciò vuol dire che, alla fine del periodo di vita delle lampade, potremo registrare un risparmio complessivo di più di 60 milioni di euro nelle bollette che si pagano nel Piceno mentre si eviterà di mandare in atmosfera circa 36.432 tonnellate di anidride carbonica.
Una bella iniziativa!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Se a questo aggiungiamo la presa di coscienza dei nostri piccoli e grandi sprechi nell'utilizzo di risorse:
- luci accese inutilmente;
- computer, stamapanti, televisori, stereo (ecc.) accesi ed inutilizzati;
- rubinetti aperti mentre ci si lava i denti;
- sciacquoni a gogò;
- chi più ne ha più ne metta

si potrebbe risparmiare molto (ma tantissimo!) di più ed inquinare molto di meno.

Lancio una proposta: proviamo a fare un gioco per capire quanti di noi hanno coscienza degli sprechi quotidiani e proviamo a scriverli. Se ne potrebbe realizzare un libretto da distribuire nelle scuole.

A presto.

luigi ha detto...

Allora inizio io con gli sprechi che mi vengono in mente:
- Il computer sempre acceso almeno 10 ore su 24 (ma come si fa?).
- Il registratore DVD rimane sempre con la spia rossa accesa.
- Sulla doccia potrei risparmiare acqua mettendo a posto il miscelatore della doccia.
- Sui piatti anche posso migliorare applicando più spesso il famoso metodo Russodivito.
- Il water capisco che spreca acqua, ma come si fa a non tirare lo sciacquone ogni volta?
A chi tocca?

Salvo ha detto...

Visto che si parla di ambiente e di sprechi: perchè non lanciare una campagna a favore della batterie stilo ricaricabili? Considerando la pressoché nulla raccolta differenziata che riguarda quelle usa e getta, renderemmo un gran servizio all'ambiente (e quindi a noi stessi).

Per quanto riguarda il gioco:

- per lo sciacquone senza arrivare alle posizioni estreme del Sindaco di Londra, mi sento di esagerare a volte (ogni scarico sono circa 10 - 20 litri). Se interessa qualche consiglio (non solo per l'acqua ma anche per l'energia elettrica) provate qui: http://80.204.234.232/agenda21/acqua.php
http://www.amref.it/Locator.cfm?pageid=3660

e in ogni caso visitate il sito dell'amref che ha lanciato la campagna "Spreco meno subito"

- a volte mi capita di avere più luci contemporaneamente accese nella stessa stanza (lampadario + lampada).

Per il resto avete già detto quasi tutto.

Ciao a tutti.


-

Sonia ha detto...

Ieri ho scoperto che a Trento si distribuisce lo stesso kit, quindi la provincia di Ascoli non è la prima a livllo nazionale come diceva invece l'articolo che ho letto.
Io a casa ho sostituito tutte le vecchie lampadine con quelle a risparmio, uso le pile ricaricabili ma soprattutto i pannolini di cotone per mio figlio di 2 mesi!
Una cosa che non riesco a fare bene è la raccolta differenziata, butto solo la carta separatamente.
Per il water si può adottare la tecnica della bottiglia di plastica vuota nella cassetta che diminuisce la portata d'acqua.