venerdì, aprile 06, 2007

Senza ombra di dubbio (di Luigi Verducci)

C'è una vicenda che merita di essere seguita, perchè può essere la "cartina di tornasole" dello stato di salute della nostra giustizia. La vicenda si svolge a Catanzaro, dove l'onorevole Giancarlo Pittelli (Forza Italia) è indagato nell'inchiesta "Poseidon", che riguarda, come scrive Travaglio sull'Unità, "una presunta truffa da 900 milioni di euro sui finanziamenti europei per depuratori-patacca". Anche l'Espresso si è occupato della vicenda parlando di una «superloggia segreta specializzata nel controllo del denaro che scende a pioggia sull'asse Bruxelles-Roma-Catanzaro». Nei giorni scorsi, come riporta il quotidiano on line www.calabriaora.it, con "una nota secca, poche asettiche righe" Mariano Lombardi ha notificato al suo sostituto Luigi De Magistris, la «revocata con effetto immediato» a condurre le indagini dell’ “Operazione Poseidon”. Per questo il caso è arrivato al CSM, l'organo di autogoverno dei magistrati, che ha ascoltato sia il sostituto procuratore che sta portando avanti l'indagine, De Magistris, sia il procuratore capo Lombardi.
Anche De Magistris ha spedito una nota al CSM segnalando i legami tra Lombardi e Pittelli (cioè tra chi dovrebbe giudicare e chi è giudicato) e l'esistenza di una talpa in procura, capace di svelare, in anticipo, tutti i movimenti della stessa agli indagati.
E' scontato dire che la giustizia è credibile se è uguale per tutti e se i processi vengono portati avanti, indipendentemente da chi è l'indagato. Come per tutti i processi, anche questo deve essere seguito senza pregiudizi, cioè non è tanto l'esito che ci dice se è stata fatta giustizia o no, ma il modo in cui viene condotto che deve essere della massima trasparenza. Allora perchè De Magistris è stato allontanato dall'indagine? La posizione del procuratore è al di sopra di ogni dubbio? Aspettiamo la risposta del CSM, sperando per noi e per la giustizia del nostro Paese, che sia convincente e al di sopra di ogni dubbio.

4 commenti:

Salvo ha detto...

Sono con te.
Sembra che il tema giustizia sia in disparte anche nel dibattico sul Partito Democratico. Prevalgono altri temi (il lavoro, la mobilità sociale, le pari opportunità, lo stato sociale, la salute) che correttamente vengono posti al centro dell'agone. Ma mi chiedo: che paese è quello in cui le possibilità economiche garantiscono non solo giustizia ma a volte impunità? Dove la lentezza esasperante dei procedimenti nuoce solo a chi non può permettersi di sostenere le spese legali e di conseguenza spesso è costretto a rinunciare alle proprie ragioni?
Dove la ribalta mediatica spinge a comportamenti non del tutto leciti anche a detrimento della dignità delle persone?

pablo ha detto...

in difesa del pm De Magistris è apparso anche un articolo di Travaglio sul blog di Beppe Grillo. Gianluca

luigi ha detto...

Ciao Gianlù, tu se hai informazioni più precise e aggiornate sulla vicenda, visto che si parla della tua, ormai, "ex-regione", facci sapere.

pablo ha detto...

in merito ho letto solo l'articolo di Travaglio sul blog. Ne so molto di più sui pannolini di cotone che, apprendo, si usano anche a casa Verducci. Ho visto al Palaeur lo spettacolo di Grillo che ne ha parlato diffusamente. Non finiscono tra i rifiuti, una ditta utilizza il materiale di "scarto" delle camicerie, e consentono di risparmiare un pò di quatrini (oltre che alberi!)...Gianluca