mercoledì, maggio 23, 2007

23 maggio 1992. 15 anni fa

Tommaso Buscetta a Giovanni Falcone: "L'avverto, signor giudice. Dopo quest'interrogatorio lei diventerà forse una celebrità, ma la sua vita sarà segnata. Cercheranno di distruggerla fisicamente e professionalmente. Non dimentichi che il conto con Cosa Nostra non si chiuderà mai. E' sempre del parere di interrogarmi?"

Nessun commento: