giovedì, maggio 10, 2007

Laviamo i panni in casa! (di Luigi Verducci)

Il problema dei rifiuti non è solo l'emergenza "napoletana" dell'immondizia in mezzo alla strada. A meno che non si trovi un modo per costruire le case del futuro sopra una bella discarica (a prova di gas inquinanti), è un problema che ci riguarda tutti, dagli abitanti della metropoli a quelli del paese di provincia più sperduto.
L'unica soluzione è prevenire il più possibile il loro accumolo, e il sistema più efficace è la raccolta differenziata. Nella nostra provincia l'unica città che ha deciso di affrontare con decisione il problema è Porto San'Elpidio. E la loro esperienza è già diventata un punto di riferimento nazionale, visto che nel giro di un anno la percentuale di raccolta differenziata è salita al 67,1%, una delle più alte d'Italia. E' uno stimolo anche per tutti i nostri piccoli Paesi. E le dimensioni della città non possono essere un alibi, perchè l'esperienza migliore in Italia è del Consorzio intercomunale "Priula" che raggruppa una decina di Comuni e raggiunge il 75% di raccolta differenziata. Nei nostri comuni l'attenzione ai temi ambientali non manca di certo, ne sono un esempio l'amministrazione comunale di Grottazzolina ed il Sindaco Ambrogi con i progetti sull'energia rinnovabile e sul trasporto pubblico. Quindi diamoci una mossa anche nel campo dei rifiuti!
Propongo due iniziative:

1-La presentazione in tutti i Comuni della Media Valle del Tenna, da parte dei consiglieri comunali dei DS, della proposta di una gestione intercomunale dei rifiuti, con lo scopo di incentivare un sistema efficace di raccolta differenziata nei nostri Comuni;

2-Un incontro pubblico (perchè non all'interno della Festa dell'Ulivo di Servigliano o della Festa del coordinamento DS?) a cui invitare tutti i sindaci della Media Valle del Tenna (di destra, di sinistra..."misti") in cui registrare le adesioni e cominciare a verifcare la realizzabiilità del progetto.

2 commenti:

pablo ha detto...

la tua proposta mi sembra ottima per due motivi: 1) guarda alle esperienze positive già avviate; 2) mira a coinvolgere tutti i sindaci al di là delle appartenenze, una bella pratica, a mio avviso, per vivere in un paese più normale...Gianluca

luigi ha detto...

Aggiornamento: ho presentato la bozza di un ordine del giorno sulla raccolta differenziata alla riunione del coordinamento Ds della Media Valle del Tenna. Abbiamo deciso di andare avanti facendo una riunione con i consiglieri Ds (di maggoranza e di minoranza) dei nostri comuni, per chiedere loro di presentare l'ordine del giorno nel rispettivo consiglio comunale di appartenenza.
Luigi