giovedì, giugno 21, 2007

Finalmente un pò di pluralismo in TV


Io credo che, al di là di tutte le polemiche, le leggi vadano valutate in base a ciò che si prefiggono di raggiungere.
La legge n. 112 del 3 maggio 2004, che riforma il sistema radiotelevisivo italiano, nasce con uno scopo ben preciso.
Per dirla con le parole dell'On. Gasparri , l'allora Ministro delle Telecomunicazioni, la legge "risponde all’esigenza di promuovere lo sviluppo della concorrenza ed il pluralismo dei mezzi di comunicazione".
A tre anni di distanza come non riconoscere il profondo impatto che questa legge ha avuto nell'aprire nuovi spazi?
Ragazzi, bisogna fare i conti con la realtà e riconoscere i meriti...nuovi spazi si sono aperti. Guardate un pò QUA .

Nessun commento: