mercoledì, settembre 26, 2007

"Cose di sinistra" in vista del Pd

D'Alema alla Festa dell'Unità di Bologna parla di partiti e democrazia, dell'accordo sul welfare del 23 luglio, della tassazione delle rendite finanziarie, dell'insegnamento di Berlinguer...insomma dice cose di "sinistra".

martedì, settembre 25, 2007

Bilancio Festa dell'Ulivo 2007 (di Luigi Verducci)

Come già fatto l'anno scorso pubblico il bilancio della Festa dell'Ulivo di Servigliano.
In più quest'anno riporto il bilancio economico della sezione DS degli ultimi tre anni, in cui ne sono stato il segretario.
Dal 14 Ottobre i Ds confluiranno nel Partito Democratico e così anche la nostra sezione. Ma è tutto da costruire, a livello nazionale come a livello locale. Nel nostro piccolo dopo il 14 ottobre organizzeremo una serie di assemblee, aperte a chiunque sia interessato, che ci porteranno ad eleggere (con le primarie se si riusciranno ad avere più candidati) il primo segretario cittadino del Pd. Spero sia una occasione per allargare la partecipazione alla vita politica, a partire da quella comunale.
Intanto qui riporto quanto la sezione Ds mette a disposizione, dal punto di vista economico, del futuro Pd cittadino.

Per ingrandire l'immagine basta cliccarci sopra

P.S. Vi segnalo questo bell'articolo di Reichlin sul Pd (Clicca qui per leggerlo)

lunedì, settembre 24, 2007

Maramotti 24.09.2007

Addio a Marcel Marceau (23.09.2007)

Il grande mimo francese è morto a 84 anni. Era considerato il 'Chaplin del mimo'. Ecco alcune immagini della sua lunga vita artistica
Nato a Strasburgo il 23 marzo 1923, Marceau , con il suo alter ego sul palco "Bip", una sorta di Pierrot lunare dalla maschera bianca da lui creato nel 1947, ha portato ai massimi livelli l'arte del mimo, diventando celebre in tutto il mondo

sabato, settembre 22, 2007

Che potere sarà (di Aleksander Sokurov)

Stiamo assistendo sempre di più alla confluenza degli interessi politici con quelli economici e proprio l'unificazione dell'Unione Europea ne è un segnale evidente. In realtà, gli obiettivi principali dovrebbero essere lo sviluppo della cultura, degli interessi nazionali, la crescita delle persone in quanto esseri umani. Mi è capitato spesso di ribadire al presidente Putin il mio pensiero: l'obiettivo dello Stato russo non è aumentare il prodotto interno lordo, ma quello di agire per lo sviluppo della cultura nel Paese. La politica, l'economia sono soltanto un mezzo per ottenere questo scopo. Il progresso di una nazione deve andare nella direzione del rafforzamento dei propri valori. Se nei nostri Paesi arriverranno al potere persone che ritengono gli interessi politici più importanti di quelli umani, tutti noi saremo destinati a una regressione. Bisogna scegliere. Eleggere uomini e donne che considerino i valori umani superiori a quelli economici e politici.

Vox populi, vox dei (di Luigi Verducci)


Voglio fare una riflessione "a freddo" sul v-day e sul movimento che ne sta nascendo.

Parto da due punti che mi sembrano positivi:
1. la possibilità di far capire con nettezza ai politici la distanza e la disillusione nei loro confronti della maggiorparte degli italiani;
2. l'idea di aumentare la partecipazione nella gestione della "cosa pubblica".

Proprio su questo secondo punto però nascono le mie resistenze verso il fenomeno: la partecipazione.
La democrazia è solida se le decisioni non sono prese da un gruppo ristretto di persone, ma sono quanto più partecipate, siamo tutti d'accordo. Ma è questo il messaggio del v-day o di quanto si legge nel sito di Grillo? A me non sembra.
Il messaggio è un altro, più sottile e che va a solleticare la voglia di "potere" delle persone.
Il messaggio è che qualsiasi cosa venga proposta dai cittadini, dalla gente, è giusta e i nostri dipendenti (i politici) hanno il dovere di farla. Non si tratta di stimolare la partecipazione, che credo sia "cosa ben più faticata", si tratta di illudere le persone che tutto quello che dicono è fuori discussione. Lo vuole il popolo e quindi è per definizione buono e giusto.
Gustavo Zagreberlsky in suo suo bellissimo saggio sulla democrazia (uscito un paio di anni fa con La Repubblica) mette in guardia da concezioni "acritiche" della democrazia "che parlano a cuor leggero di sovranità popolare, con ciò intendendo non solo che il popolo è sopra ogni altra autorità (ciò che, in democrazia, non è contestaile) ma anche che detiene un potere illimitato", sottolineando che "al momento attuale c'è la tendenza ad attribuire alla democrazia diretta, al referendum in particolare, il valore di un Diktat al quale ci si deve solo inchinare, senza poterlo discutere (...), quando il popolo si esprime, la sua è l'ultima parola". Al contrario per "la democrazia critica il popolo e le sue decisioni possono sempre essere messe in discussione, ma non con l'intento di condannarli ( o di esaltarli), ma solo con l'intento di promuovere il cambiamento per il meglio". A ben vedere, continua Zagrebelsky, "nell'adulazione, nella lusinga del popolo e nell'esaltazione dei suoi vizi come fossero virtù che si nasconde la strumentalizzazione e il disprezzo da parte di chi parla del popolo e pensa che sia plebe, incapace di uscire dalla sua condizione".
Più che partecipazione io nei discorsi e nelle idee di Grillo ci vedo adulazione dei cittadini, il trattarli come bambini a cui bisogna sempre dar ragione, ma come dice Trilussa :

"Chi riscalda la testa delle folle
tenga d'occhio la pila quando bolle"

venerdì, settembre 21, 2007

Pd Filottrano


E' nato "Verso una nuova Filottrano" il blog (CLICCA QUI per vederlo) del Comitato del PD di Filottrano. Bella notizia! Per il blog e per la decisione di organizzare una nuova sezione in vista del Pd. In più è una sezione voluta ed organizzata da giovani. Una piccola risposta a chi vede tutto allo sfascio.
Siamo pronti al gemellaggio fra Blog e Sezioni. Buon lavoro!

mercoledì, settembre 19, 2007

Pensioni

IN BASE ALL’ACCORDO RAGGIUNTO DAL GOVERNO IL 23 LUGLIO SCORSO A 3 MILIONI DI PENSIONATI VERRANNO AUMENTATE LE PENSIONI, ATTRAVERSO IL PAGAMENTO UNA VOLTA L’ANNO (A PARTIRE DA QUESTO OTTOBRE) DI UNA SOMMA AGGIUNTIVA.


Due sono i requisiti necessari per ricevere l’aumento:
1. Età - pari o superiore a 64 anni

2. Reddito personale - non superiore a 8.504,73 euro annui pari a 655 euro mensili
(esclusi quelli derivanti da assegni per nucleo familiare/assegni familiari e da indennità di accompagnamento; il reddito da casa di abitazione; il TFR e le competenze arretrate sottoposte a tassazione separata).


La somma aggiuntiva varia perché è calcolata anche in base all’anzianità contributiva del pensionato:

Se pensionato da lavoro dipendente
• fino a 15 anni di anzianità contributiva, la somma aggiuntiva è pari complessivamente a 262 euro;
• da 15 a 25 anni di anzianità contributiva, la somma aggiuntiva è pari complessivamente a 327 euro;
• se l’anzianità contributiva è superiore a 25 anni la somma complessiva aggiuntiva è pari a 392 euro.

Se pensionato da lavoro autonomo
• fino a 18 anni di anzianità contributiva la somma aggiuntiva è pari complessivamente a 262 euro;
• da 18 a 28 anni di anzianità contributiva, la somma aggiuntiva è pari complessivamente a 327 euro;
• se l’anzianità contributiva è superiore a 28 anni la somma complessiva aggiuntiva è pari a 392 euro.


IMPORTANTE: Per 500.000 pensionati, di cui l'INPS non conosce il reddito, l'Istituto previdenziale sta inviando una lettera con l'invito a compilare una dichiarazione attestante che il reddito del 2007 non sarà superiore a 8.504,73 euro. Per scaricare il modulo per la dichiarazione del reddito all'INPS CLICCA QUI . Il modulo va inviato entro il 30 settembre.

PER QUALSIASI CHIARIMENTO SI PUÒ CHIAMARE IL NUMERO GRATUITO: 803-164 ATTIVO DAL LUNEDÌ AL VENERDI DALLE ORE 8 ALLE 20 E IL SABATO DALLE ORE 8 ALLE 14.

domenica, settembre 16, 2007

LIbri, libri, libri...

Da oggi il nostro blog si apre alla cultura. Grazie alla collaborazione con la Biblioteca virtuale dell'Associazione Noi Ragazzi del Mondo (Alexandria), abbiamo aperto uno spazio dedicato ai libri. Il box, che vedete sulla vostra sinistra (in basso, ancora più in basso...), si aggiornerà automaticamente man mano che nella biblioteca vengono inseriti nuovi libri. Per sapere che cos' è e come funziona Alexandria, la Biblioteca virtuale di Noi Ragazzi del Mondo CLICCA QUI

giovedì, settembre 13, 2007

Chi specula sui prezzi?

Qualche giorno fa è scattato l'allarme legato a possibili aumenti del costo di prodotti alimentari fondamentali come pasta e pane. Un aumento collegato ai cambiamenti climatici, ma totalmente ingiustificato, visto che finora non ci sono stati aumenti delle materie prime (grano e latte).
Ieri i Ministri Bersani e De Castro hanno siglato un patto con tutta la grande distribuzione affinché i prezzi di tutti i generi alimentari non superino il tasso d’inflazione annua (che quest'anno è stato dell’1,6%). Nelle prossime settimane verrà chiesto lo stesso impegno agli altri settori del commercio e della produzione agroalimentare.
Insomma è un importante intervento che mira a bloccare le speculazioni, cioè l'aumento ingiustificato dei prezzi, sui beni alimentari.
In precedenza Bersani aveva già sottoscritto un accordo con la Guardia di Finanza per migliorare i controlli ispettivi su chi specula sui prezzi dei prodotti “che finiscono nel carrello della spesa”.
Un intervento del governo per calmare i prezzi c'è già stato questa estate. Ed è riuscito ad ottenere una riduzione del prezzo della benzina. Vedremo come andrà queta volta.

Intanto, però, bisogna ricordare che ancora oggi paghiamo a caro prezzo il modo in cui, in Italia, è stato gestito il cambio lira-euro. Si diceva allora e si continua a ripetere oggi che il mercato è sacro e non può essere toccato, ma chi si è approfittato della situazione poteva essere toccato o anche lui è sacro?
Siamo proprio sicuri che non si poteva fare niente per evitare l'impennata ingiustificata dei prezzi?

lunedì, settembre 10, 2007

La Festa del Saltarello di Servigliano

Nella Festa dell'Ulivo quest'anno abbiamo voluto "rilanciare" il Saltarello. E' stata una bellissima serata (anche se forse siamo andati oltre le nostre possibilità economiche), molto allegra e partecipata.
E questo aumenta il rammarico.
Ma perchè non riusciamo a rendere nuovamente viva una tradizione musicale che spopola in regioni vicine?
Da noi il Saltarello è un ritorno al passato da snobbare, ma guardate un pò che succede ogni anno in Puglia durante la notte della Taranta?



il cannocchiale

sabato, settembre 08, 2007

Contrario (di Luigi Verducci)

Sono contrario al V-day di Bebbe Grillo. Non perchè non mi renda conto della disillusione e dell'insofferenza di mezza Italia verso la politica ed i politici o perchè voglia "difendere la casta", ma semplicemente perchè voglio costruire un'Italia migliore, non alimentare insofferenza e voglia di mandare tutti "a quel paese". E per cotruire qualcosa bisogna avere un progetto e ragionarci insieme.
Sull'argomento riporto questo post di INVARCHI (clicca qui) che mi sembra molto azzeccato:

"Il Vaffanculo Day non mi convince, a cominciare dal nome. Leggo nel volantino che l’obiettivo è una legge di iniziativa popolare: nessun condannato in Parlamento ed elezione diretta di deputati e senatori per un massimo di due legislature. Proposte condivisibili, certo, ma con l'inconveniente delle soluzioni troppo semplici: per problemi complessi, non funzionano mai.

Quello che manca alla politica italiana sono i contenuti, vale a dire una visione, un progetto, un’idea condivisa di futuro. Il V-Day allontana attenzione e energie dal nocciolo del problema. Come se, di fronte al piatto vuoto dell’affamato, gli si proponesse di metterlo in lavastoviglie. L’inadeguatezza dell’attuale classe dirigente, invece, ha poco a che fare con la fedina penale sporca e molto con la disaffezione per la politica. Quella che i vaffanculo, ahimé, non fanno altro che alimentare. Illudersi che basti cambiare l’orchestra senza avere la più pallida idea di quale sia lo spartito è un esercizio pericoloso non solo perché di solito spiana la strada agli uomini forti e ai loro poteri, ma soprattutto perché rinvia il momento del confronto sulle cose concrete.

Il fatto è che molti italiani il confronto non lo cercano perché non saprebbero cosa dire. Così l’antipolitica diviene la scorciatoia più rapida per evitare il silenzio, peccato che non porti mai da nessuna parte. Esattamente come un vaffanculo: muovendo dal vuoto, non si propagherà."

mercoledì, settembre 05, 2007

Gita turistica della Pro Loco di Servigliano (di Luigina Rossi)

Una gradevole mattinata d'aprile con visita guidata alla scoperta del quartiere Trastevere a Roma.
Il gruppo è in sosta in una delle vie trasteverine e la guida ne illustra vicende e aneddoti. Tre gentili signore si sganciano dal gruppo e per una decina di minuti sembrano sparite.
Riappaiono, sorridenti, dal portone della locale sede storica del PCI: non hanno resistito alla tentazione di entrare e hanno effettuato una bella visita, con tanto di spiegazioni da parte della segretaria sulle vicende e sui personaggi illustri che hanno frequentato la sezione. La foto, repentina e puntuale, immortala le tre "pasionarie" Giuliana, Guerrina e Raffaellina. Quando si dice il richiamo della foresta!