venerdì, novembre 23, 2007

Il congresso è cosa vecchia?

La questione centrale ora è questa: il PD sarà il partito delle primarie e dei cittadini elettori o avrà un congresso e degli iscritti?
Per me le due cose non si escludono, ma la scelta non è per niente di poco conto. Stiamo parlando di che significa "concretamente" il termine Democrazia.

3 commenti:

paolob ha detto...

La questione è importante, ma forse è addirittura presto per porla. E' un partito in fase costituente, c'è un segretario solo da un mese, e la stessa cosa vale per i segretari regionali. I coordinatori provinciali saranno nominati solo domani (24 novembre) e le sedi locali sono tutte da costruire (pare che si chiameranno circoli, la vecchia sezione è definitivamente passata di moda). Insomma ancora c'è tutto un lavoro di struttura, e poi toccherà allo statuto, alla carta dei valori, ecc. Ancora la vedo lunga, e sinceramente la vedo anche complicata per l'ipotesi di un partito di iscritti: non mi sembra ci sia molto entuasiasmo riguardo a questa opzione. Vedremo

luigi ha detto...

Non lo so... poniamo il caso pratico. Devo fare un'assemblea, chi chiamo? faccio ogni volta un'invito generalizzato a tutta la cittadinanza? Ma allora mi diventa una conferenza o giù di lì, a meno che non siamo sotto elezioni e presento un programma. Ecco è questo: secondo me senza gli iscritti l'unica forma di partecipazione che si da agli aderenti è il voto. E mi sembra qualcosa in meno e non qualcosa in più rispetto al passato.

paolob ha detto...

Hai delle buone ragioni. Però credo che chi non pensa a una partecipazione sulla base del tradizionale concetto di "iscritto" pensi comunque a qualcosa che sta a metà tra l'iscritto e il semplice cittadino-elettore del tutto sganciato dal partito. Questi circoli pseudobrambilliani dovranno prima o poi essere costituiti e si dice che in quell'occasione a tutti gli aderenti verrà consegnato un attestato di partecipante alla fondazione del Pd. Ecco, credo che sulla base di questa adesione si istituisca il canale che colleghi tra loro i vari livelli del partito. Gli aderenti ai circoli saranno fisioligicamente meno degli elettori, ma forse saranno anche di più degli iscritti in senso tradizionale. Forse è un modo per allargare la "partecipazione". Forse.