lunedì, gennaio 14, 2008

Un assaggio di diossina




Tutta questa brutta storia dell'"emergenza monnezza" un aspetto positivo pure ce l'ha. L'Italia, sotto sotto, sta mostrando la sua profonda unità nazionale. Non fermiamoci alla superficie degli eventi, con il nord che protesta perché non vuole la monnezza dei napoletani, andiamo al fondo della questione: gli imprenditori di tutto il Paese (Sud, Centro, Nord) hanno scaricato per anni nel terreno, nei fiumi e nei campi della Campania tonnellate di rifiuti tossici (amianto, cobalto, alluminio, arsenico...). Evidentemente la Camorra offre un servizio di smaltimento a costi molto concorrenziali...
Per fortuna, come mostra il documentario "Biùtiful cauntri", l'Unità d'Italia, per adesso, è salva... ma attenti alle mozzarelle!

2 commenti:

pablo ha detto...

Illuminante, a tal proposito, anche l'articolo di Saviano apparso qualche giorno fa su Repubblica di cui inserisco il link:
http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/cronaca/rifiuti-campania/roberto-saviano/roberto-saviano.html

Interessante anche l'articolo di Concita De Gregorio sempre su Repubblica. Tra l'altro parla anche del documentario "Biùtiful cauntri".
Ecco il link:
http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/cronaca/rifiuti-3/biutiful-cauntri/biutiful-cauntri.html
Buona lettura (anche se credo li abbiate già letti!), Gianluca

luigi ha detto...

No, quello di Saviano l'avevo perso. Grazie