venerdì, settembre 26, 2008

Cesare Damiano a Monterubbiano

4 commenti:

pablo ha detto...

Ciao Luigi,
puoi postare il commento che segue sul sito PD FILOTTRANO, l'articolo si intitola "Il primo giorno di scuola". Non ho la password, grazie.

Tre veloci risposte al commento di "pensatore libero"

1) in tempo di magra i sacrifici dovrebbero farli in primis gli evasori fiscali e poi, qualora non basti, gli altri. Nel caso degli evasori più che di sacrifici si dovrebbe parlare di doveri.
2) non trovi quantomeno schizofrenico l'atteggiamento del governo? Da un lato "ricatta" il sindacato, ponendolo di fronte alle proprie responsabilità in caso di fallimento dell'Alitalia, con conseguente perdita di 20000 posti di lavoro più l'indotto; dall'altro annuncia il licenziamento di 140000 (centoquarantamila!)impiegati della scuola come se nulla fosse (e fregandosene del sindacato). Qual è la differenza tra un impiegato della scuola e un dipendente Alitalia? Forse una bandiera tricolore che stuzzica tanto l'orgoglio nazionale e fa guadagnare badilate di voti e di debiti (quelli, però, a carico dei contribuenti. Sigh!)
3) capisco che 5 TG su 6 sono impegnati a nascondere gli effetti negativi della riforma della scuola ma non puoi difendere le proposte del ministro dell'istruzione e nello stesso tempo esprimere l'auspicio affinchè si arrivi a classi con 18 alunni. La piattaforma Gelmini va esattamente nella direzione opposta! Si parla di classi che potranno avere anche 30 alunni. Quali conseguenzi pensi possano derivare da una decisione del genere? Iscriveresti tuo figlio in una scuola sapendo che dovrà stare in classe con altri 29 bambini?
Gianluca

pablo ha detto...

Per Luigi: a scanso di equivoci, l'articolo è già stato scritto, il mio è solo un commento.
Grazie, Gianluca

Luigi ha detto...

Fatto, però non occorre la password per commentare. Basta cliccare su Nome/URL poi si mette solo il nome (l'URL è facoltativa). Ad esempio io adesso ho fatto così.

Anonimo ha detto...

ciao pablo, puoi postare sul blog di filottrano quando vuoi anche senza registrarti.

Grazie per il tuo prezioso contributo
Nadia