sabato, gennaio 10, 2009

Come distruggere un sogno...


Premetto che la ritengo una esagerazione giornalistica. Leggo oggi sulla repubblica che il PD rischia di sciogliersi (ecco l'articolo) e mi chiedo: per davvero c'è qualche dirigente del partito, parlo dei "massimi" dirigenti (che ne sò, un D'Alema o un Rutelli o lo stesso Veltroni), che pensa che il PD possa smembrarsi e che si possa ritornare ai partiti che lo hanno costituito? Qualcuno veramente pensa di poter trattare il PD come un giochetto personale da buttare dopo pochi mesi?
Io non credo che i nostri dirigenti siano di un livello così basso, comunque il PD è stato ed è un progetto per l'Italia, se i dirigenti attuali non sono capaci di attuarlo che si facciano semplicemente da parte.

1 commento:

pablo ha detto...

sottoscrivo in pieno: ma perchè non si fanno da parte se non sono in grado di ripartire con uno slancio rinnovato? D'altronde è da anni che sono ai vertici del partito e un cambiamento sarebbe auspicabile, soprattuto dopo una sconfitta elettorale.