giovedì, marzo 26, 2009


La situazione italiana è sconsolante, ma chiara. Basta mettere insieme i discorsi di questi giorni.

Piano casa: Lo Stato abdica a quello che è suo dovere, la difesa del bene pubblico (come il paesaggio e la cultura di un paese), a beneficio degli interessi economici dei singoli (basta che si costruisca, se si fanno danni irreparabili chi se ne frega)

Testamento biologico: Lo Stato invade il campo della coscienza individuale, decidendo per legge come si deve vivere e morire.

La destra dei sedicenti "moderati" ha deciso che in Italia quando ci sono di mezzo i soldi, il bene comune conta meno degli interessi privati; quando c'è di mezzo la coscienza lo Stato decide per tutti, grandi e piccoli, neri e gialli, cattolici e buddisti... in fondo la coscienza individuale non è cosa seria, mica si può vendere o comprare!

Nessun commento: