martedì, giugno 30, 2009

Grazie..

Approfitto di questo spazio per fare alcuni doverosi ringraziamenti.
In questi ultimi due mesi sono stato catapultato in una realtà affascinante, candidato di questo collegio al consiglio provinciale.
Abbiamo lavorato tanto, organizzato moltissime riunioni, appuntamenti ed iniziative di vario genere.
Ho incontrato tanta gente che conosco e che mi ha dato forza ed incoraggiamento, tanta gente che da tempo non vedevo e (uno dei motivi che mi ha spinto ad accettare questa esperienza) soprattutto a conoscere molta altra gente ancora.
Gente semplice, lavoratrice, umile e onesta, la gente che ha fatto l’Italia.
Alla fine il risultato ci ha permesso di portare il Partito Democratico sul tetto di questo collegio elettorale (poco meno di 700 voti per una percentuale di poco superiore al 22%) e una stravittoria nel “mio” comune (Servigliano 419 voti per una percentuale di poco inferiore al 32%).
Vi voglio ringraziare tutti, chi mi ha votato e chi non lo ho fatto ma magari ha speso per me una parola o anche semplicemente uno sguardo di sostegno.
Tutte le donne e gli uomini che mi hanno aiutato facendomi trovare sale pronte per le iniziative, grazie.
Tutte le donne e gli uomini del mio Circolo che mi hanno sopportato, aiutato, consigliato, cercato voti, imbustato lettere, grazie.
A quelle persone che hanno voluto questa mia candidatura, amici di partito e di lungo corso nella vita, che spero di aver ripagato con il dato di Servigliano (perché sanno in quali condizioni ottenuto e quanto “pesa” ogni voto), grazie.
A tutti coloro che in queste settimane mi hanno sopportato, costretti a vivermi vicino, grazie.
A chi non ha mantenuto per disonestà intellettuale o incapacità politica gli impegni presi, grazie comunque.
Avevo assunto un impegno con le persone di questo collegio: qualora il risultato elettorale fosse stato indicativo di un impegno da assumere (intendo impegno morale non necessariamente accompagnato a poltrone o strapuntini) non mi sarei tirato indietro dall’essere un referente per tutte le piccole e grandi problematiche di tutte le persone; così sarà, confermo la mia totale disponibilità ad essere tramite tra la cittadinanza e l’istituzione provinciale.
Grazie a tutti, dal profondo del mio cuore, e permettetemi di sottolineare un motivo di orgoglio (ed il merito è tutto vostro), quel poco o tanto che abbiamo fatto è tutto lindo.

Stefano Pompozzi

martedì, giugno 23, 2009

Risultati elettorali II turno (ballottagio) Provincia di Fermo

Comune di Servigliano
(Totale delle 3 sezioni):


Fabrizio CESETTI: totale VOTI n° 644 (pari al 51,03%) di cui 261 alla Sezione n° 1, 243 alla Sezione n° 2 e 140 alla Sezione n° 3 >>> in pratica abbiamo vinto in tutte e tre le sezioni elettorali del nostro Paese, anche in quelle "storicamente" più ostiche <<<


Saturnino DI RUSCIO: totale VOTI n° 618 (pari al 48,96%) di cui 254 alla Sezione n° 1, 242 alla Sezione n° 2 e 122 alla Sezione n° 3



Collegio n° 24
(Comuni di Servigliano, Santa Vittoria in Matenano, Belmonte Piceno, Montefalcone Appennino e Monteleone di Fermo):

Fabrizio CESETTI: totale VOTI n° 1.589 (pari al 52,87%)

Saturnino DI RUSCIO: totale VOTI n° 1.416 (pari al 47,12 %)



Provincia di Fermo (risultato complessivo):
Fabrizio CESETTI: totale VOTI n° 42.811 (pari al 52,23%)

Saturnino DI RUSCIO: totale VOTI n° 39.144 (pari al 47,76%)


Grazie a tutti...


Il Partito Democratico e l'intera coalizione di centro sinistra hanno vinto le prime elezioni provinciali di Fermo.
Ieri si è svolto il ballottaggio tra Fabrizio Cesetti (il nostro candidato) e Saturnino Di Ruscio (candidato del centro destra e attuale Sindaco del Comune di Fermo); Cesetti ha vinto con quasi 4.000 voti di scarto e quasi in tutti i Comuni della nuova Provincia.
A Servigliano Cesetti ha vinto.
Voglio ringraziare sinceramente tutte le persone del partito che si sono adoperate affinchè qui, nel nostro paese, in una situazione difficile, sia stato possibile bissare l'ottimo risultato di due settimane fa, il centro sinistra ha vinto di nuovo!
Grazie ai rappresentanti di lista, a chi ha girato, contattato, telefonato, grazie a tutti.
Speriamo sia l'inizio di una bella pagina politica per questo territorio.
Aggiungo soltanto che è stato per me un onore essere stato il candidato del PD per questo collegio.
Sono soddisfatto di essere stato il candidato più votato in assoluto, nel mio paese e nel mio collegio.
Grazie, a tutti, sinceramente.

Stefano Pompozzi

mercoledì, giugno 17, 2009

TUTTI I MOTIVI PER VOTARE FABRIZIO CESETTI

Perché il candidato Presidente, e con lui tutti i partiti della coalizione, hanno scelto una campagna elettorale sobria e contenuta nei costi, in considerazione della contingenza economica e sociale attuale.

Perché Cesetti ha rifiutato contributi di privati imprenditori per avere le mani libere e non dover in futuro dipendere dalle richieste o dai ricatti di alcuno.

Perché al centro del programma della coalizione ci sono i temi della tutela ambientale, dell’acqua come bene pubblico primario, del paesaggio naturale come risorsa da difendere.

Perché il governo di Cesetti sarà improntato alla massima partecipazione, dei sindaci, degli amministratori locali e dei cittadini attraverso la costituzione di specifiche Consulte a costo zero.

Perché è forte l’impegno a contribuire con risorse locali al Fondo di Solidarietà Regionale per aiutare la gestione finanziaria delle piccole-medie imprese e degli artigiani.

Perché l’amministrazione Cesetti vuole ispirarsi al modello di un’altra “Economia Fermana”, che veda al centro le persone, la qualità della vita, la salubrità dell’ambiente con particolare attenzione ad un’agricoltura sana ed all’incremento delle aree verdi (“boschi urbani”).

Perché uno degli scopi del programma di Cesetti è lo sviluppo del porto turistico di Porto San Giorgio come porto commerciale in grado di assorbire parte del traffico terrestre ed insieme di offrire nuove opportunità di occupazione.

Perché alla scuola sarà riservata un’attenzione particolare al fine di massimizzarne la funzionalità e renderla efficiente e di qualità.

Perché c’è la precisa e forte volontà di impedire l’insediamento di industrie insalubri che devasterebbero l’ambiente, nostra “casa comune”, valorizzando di contro l’energia verde proveniente da fonti rinnovabili.

Perché si vuole procedere alla bonifica dei siti inquinati del territorio attraverso un’opera di riconversione eco-compatibile delle strutture e delle attività produttive.

Perché il sistema sanitario locale verrà sostenuto operando un’ampia diffusione dei presìdi locali, soprattutto per i casi di emergenza, mantenendo l’Ospedale di Amandola e potenziando l’Assistenza Domiciliare Integrata.

venerdì, giugno 12, 2009

Intercettazioni - Leggi e diffondi la lettera dell'opposizione al Presidente Napolitano


Con l'ennesimo ricorso alla fiducia il governo ha blindato il ddl sulle intercettazioni all'esame della Camera, impedendo all'assemblea di confrontarsi su un tema importante e delicato e soprattutto per mettere a tacere gli evidenti dissensi interni nel PdL e nella Lega.


Con l'approvazione del decreto, Berlusconi e il suo governo azzerano un fondamentale strumento di indagine, con pesanti ripercussioni su prevenzione e sanzione dei reati e sul diritto di cronaca.


In particolare il decreto riduce a 2 mesi il periodo in cui è possibile effettuare intercettazioni ambientali per tutti i reati, tra cui l'omicidio, con la conseguenza che molti delitti resteranno impuniti.


La pubblicazione delle intercettazini sui giornali viene poi sanzionata, in base al decreto, con la detenzione da un minimo di 30 giorni ad un massimo di un anno, nei casi in cui sia stata ordinata la distruzione dell'intercettazione pubblicata. In questo modo il governo anulla un importante strumento di controllo dell'opinione pubblica su chi ricopre incarichi istituzionali, in quanto protetti dall'immunità garantita dal Lodo Alfano.


Per denunciare questa azione di forza del governo, che con il ricorso alla fiducia, mette il bavaglio a Parlamentari, giornalisti e magistrati, alcuni Parlamentari PD hanno indirizzato una lettera di protesta al Presidente Napolitano.

l'ultimo sforzo...


Mandiamo a votare quanta più gente possibile domenica 21 in occasione del ballottagio per la scelta del governo della provincia fermana.


spieghiamo a tutti che troveranno il nome di fabrizio cesetti sulla scheda e quello devono crociare, che in quel modo stanno votando il PD e stanno dando forza al candidato locale.


portiamo quanta più gente, abbiamo un solo reale nemico, l'astensionismo.


mettiamocela tutta, è l'ultimo sforzo per tenere lontano il centro destra dalle nostre terre.


tutti insieme.


il candidato presidente si è speso per un ruolo importante per il candidato di zona. portiamo a lui i numeri come abbiamo saputo fare il 6 e 7 giugno.


giovedì, giugno 04, 2009

Aperitivo con i candidati PD

Venerdì 5 giugno, ore 18,30, c/o il Chiostro della Magnolia del Comune di Servigliano il PD organizza un incontro/aperitivo tra la cittadinanza e i propri candidati :
Stefano Pompozzi
(candidato al Consiglio Provinciale per il nostro collegio)
Danilo Viozzi e Silvana Balacco
(candidati al Consiglio Comunale nella lista "Progetto per Servigliano")
interverrà Francesco Verducci (Direzione nazionale PD)
probabile saluto del candidato alla presidenza della Provincia di Fermo Fabrizio Cesetti

non mancate!