domenica, agosto 02, 2009

SegreDARIO FRANCESCHINI


Poche righe per iniziare il ragionamento sulle mozioni congressuali e relative candidature alla segreteria nazionale (e non viceversa);
due anni fa abbiamo scelto di intraprendere questa "avventura politico-social-riformista" sposando il progetto del Partito Democratico.


Alcuni convintamente, altri meno, altri ancora convinti sul progetto ma scettici sul metterlo in campo in una nazione fortemente conservatrice; alla fine abbiamo fatto questa scelta.
Credevamo nel progetto. le elezioni politiche ci hanno costretto ad una brusca accelerazioni del processo radicativo (certamente non ben riuscita) e da quel momento in poi la nostra strada è stata tortuosa e sempre in salita; ma noi non abbiamo mai messo in dubbio il progetto; abbiamo forse avuto remore sul pilota, su alcuni suoi assistenti, il progetto continua ad affascinare le nostre menti, conserva intatto quel nuovo stimolo politica capace di dare al centro sinistra italiano quell'identità nuova che tutti cerchiamo dai primi anni novanta.
Quel progetto, con alcuni correttivi è quello che vuol portare avanti Dario Franceschini.

Io sono persona che approda al PD da sinistra ma ciò non conta. i candidati sono sostenuti da "schieramenti" trasversali. ci sono ex Ds ed ex DL dietro ogni candidatura. lo stesso Franceschini ha tra i suoi principali sostenitori Piero Fassino (ultimo segretario dei Democratici di Sinistra), Sassoli, la dirigenza CGIL, Debora Serracchiani, ecc.
Non occorre che stia a sintetizzare gli aspetti peculiari della mozione depositata a sotegno della sua candidatura (che comunque vi invito a leggere così da chiarire una volta per tutte che punti essenziali come la laicità e la strutturazione forte del partito sono contemplati eccome!) perchè la questione è altra. portare avanti il progetto PD vuol dire sostenere Franceschini; sostenerne una versione edulcolorata vuol dire sostenere la mozione a sostegno della candidatura di Bersani. non contempla egli la laicità in modo particolare avendo necessità di corteggiare i cattolico - popolari. soprattutto preclude alla sinistra la possibilità di coalizioni più spostate al centro.

Ignazio Marino (di cui rispetto l'integrità delle idee) è portatore di un progetto in cui rivedo molto i progessisti di Achille Occhetto del 1994, fortemente appiattimento verso posizioni di sinistra che purtroppo ci vedrebbe condannati all'opposizione per le prossime generazioni.
Pierluigi Bersani tenta una apertura verso il centro a differenza di Marino, ma non sufficiente (ne gradita a mio avviso) per costruirvi una coalizione di governo (forse in qualche regione al massimo, ma non a livello nazionale) mettendo il partito in una posizione di stallo.

Dario Franceschini è l'unico ad avere le carte in regola per completare il progetto democratico, della grande forza laica r riformista dove centro e sinistra non siano più acque ed olio ma fuse.
Dobbiamo crederci, altrimenti saremmo tutti andati all'assemblea fondativa di sinistra e libertà, se siamo qui invece è perchè abbiamo responsabilità ed ambizione di governo ed allora non possiamo tentennare ancora lungo la strada già di irta.
Vi aspetto e vi voglio al mio fianco affinchè la nostra piccola realtà, il nostro circolo cittadino confermi il sostegno al progetto democratico.

IL COORDINATORE
Stefano Pompozzi


La foto risale all'ultima visita di Piero Fassino nel fermano svoltasi pochi mesi fa; egli è un grande amante di queste zone ed in genere del contatto con tutti gli iscritti e simpatizzanti del PD.
Fassino sarà nuovamente a Fermo per presentare la mozione a sostegno di Dario Franceschini il prossimo 27 agosto.
Pubblicheremo su questo blog orario e luogo dell'incontro non appena verranno ufficializzati.

Nessun commento: