domenica, ottobre 03, 2010

A tutte le iscritte e gli iscritti del Partito Democratico di Servigliano

Servigliano, li 1 ottobre 2010

Care iscritte e cari iscritti,
il prossimo 8 ottobre il Circolo PD di Servigliano (come tutti i circoli) eleggerà il nuovo segretario ed il nuovo direttivo.
Si esaurisce qui il compito da Voi assegnatomi in occasione delle primarie del febbraio 2008.
Sono stati due anni e mezzo densi di lavoro, di difficoltà e di soddisfazioni.
Abbiamo ottenuto ottimi risultati in ogni tornata elettorale, quasi sempre al di sopra di quelli che il partito ha riscosso a livello nazionale e/o provinciale.
Si è lavorato con l'obiettivo di radicare e strutturare questa nuova e bella realtà del panorama politico che è il Partito Democratico nel nostro paese puntando sul coinvolgimento degli iscritti nell'attività del circolo.
Abbiamo chiuso il tesseramento per l'anno 2010 conun incremento del 2,5% di nuovi iscritti (e non è cosa da poco considerando la disaffezione che di questi tempi la gente avverte verso la politica).
Purtroppo le innumerevoli consultazioni elettorali ed interne (tanto per rendere l'idea: primarie di circolo, primarie interne per il candidato presidente della Provincia, primarie di coalizione per il candidato presidente della Provincia, elezioni politiche nazionali, regionali, provinciali, comunali, elezioni del segretario nazionale e regionale del partito) ci hanno spesso costretto ad una azione politica frammentaria, a dover sacrificare tempo ed energie (due elementi già di per se non facilmente reperibili) che avremmo volentieri dedicato all'organizzazione di maggiori iniziative di approfondimento su tematiche locali e nazionali che stanno molto più a cuore a me per primo e presumo a tutti Voi ed alla cittadinanza in genere.
Auspico che il nuovo segretario avrà la possibilità di concentrare maggiormente l'attività politica nella direzione appena accennata;
Servigliano, così come l'Italia tutta, ha bisogno di un partito riformista e progressista che sappia tramutare al meglio le problematiche quotidiane delle gente in risposte silenziose, fatte di azioni concrete, di fatti.
Abbiamo a tutti i livelli una classe politica, la nostra, che per formazione ed estrazione ha nel proprio DNA l'aspirazione a migliorare la condizione sociale della popolazione, questo deve saper tornare a fare.
Grazie di cuore a tutti Voi che con una parola, una pacca sulla schiena, un sorriso o una critica mi avete aiutato a svolgere questo ruolo; per me è stato un onore e spero di averlo fatto nel modo più dignitoso possibile.

Stefano Pompozzi

Nessun commento: